Pronto Intervento Ecologico

La Re.Al. Service offre un servizio di pronto intervento ecologico da attivare in caso di emergenze con contaminazione o potenziale contaminazione di matrici ambientali (suolo superficiale e profondo, acque superficiali e sotterranee) al fine di ottemperare al dettato normativo e più precisamente al D.Lgs. 152/06 Art. 242 Comma 1 e per minimizzare i danni che possono derivare da incidenti nei quali siano interessate sostanze pericolose.

La nostra organizzazione, attraverso la sottoscrizione di una convenzione, garantisce in caso di chiamata l’intervento tecnico operativo in qualsiasi parte d’Italia, 24 ore su 24, 365 giorni all’anno.

Il servizio può interessare:

  • stabilimenti che nei loro cicli produttivi manipolano e/o producono sostanze pericolose;
  • trasporto di merci pericolose;
  • enti pubblici/ex siti industriali/discariche.

I tempestivi lavori di messa in sicurezza di emergenza garantiscono la riduzione della contaminazione e impediscono il contatto tra la zona contaminata e quelle limitrofe, con evidente limitazione dell’aggravamento del danno, che nel pieno rispetto dell’ Art. 1914 del Cod. Civ., sono qualificate come “spese di salvataggio” sostenute nell’interesse pubblico e degli assicuratori, eventualmente coinvolti.

La Re.Al. Service è dotata di attrezzatura specializzata per:

Travaso sostanze pericolose:

  • autocarri appositamente allestiti;
  • pompe travaso antideflagranti;
  • tubazioni idonee al trasferimento delle varie sostanze;
  • bombole azoto per inertizzazione serbatoi e cisterne;
  • indumenti per l’avvicinamento al fuoco e scafandri antigas;
  • utensileria antiscintilla;
  • autoprotettori;
  • esplosimetri.

Contenimento e recupero sostanze inquinanti:

  • autocarro appositamente dedicato alle emergenze allestito con:
  • materiale assorbente;
  • barriere assorbenti e galleggianti per contenimento inquinanti con su corpi idrici;
  • teli in LDPE per impermeabilizzazione aree contaminate;
  • sacconi per il contenimento di sostanze solide inquinate;
  • fusti e cisternette per il contenimento di sostanze liquide inquinate;
  • cartellonistica stradale di sicurezza, impianti semaforici;
  • gruppi di elettrogenerazione;
  • gruppi torre fari;
  • officina mobile.
  • autobotti da spurgo ADR (2,3,4 assi – autoarticolati);
  • mezzi movimento terra.